2 famiglie di medicamenti

Alcuni medicamenti omeopatici non comportano alcuna indicazione terapeutica né posologia.

Perché? In omeopatia, uno stesso medicamento può essere utilizzato per trattare malattie diverse (per esempio: disturbi digestivi e insonnia) e una stessa affezione (per esempio il raffreddore) può essere trattata con medicamenti diversi, scelti in funzione del paziente. È compito del professionista sanitario determinare quali medicamenti utilizzare e con quale posologia. Questi medicamenti senza indicazione terapeutica specifica si presentano spesso sotto forma di tubetti e unidose (i formati omeopatici tradizionali) e sono indicati con il loro nome latino. .

elenco di specialità elenco di medicamenti unitari(pdf)

 

Altri medicamenti presentano invece un’indicazione terapeutica precisa.

La loro composizione (nella maggior parte dei casi, una combinazione di vari medicamenti) è stata messa a punto per trattare un problema specifico: raffreddore, tosse, vampate di calore, ecc. Riferendosi al libretto di istruzioni o alle indicazioni menzionate sulla confezione, i pazienti sono direttamente in grado di decidere in quali casi assumerli. Questi medicamenti si presentano sotto forma di tubetti, unidose ma anche compresse, gel, pomate, sciroppi, colliri, ecc. Non comportano alcun nome latino ma sono indicati con un nome di marca specifico del laboratorio che li ha messi a punto. .

Liste spécialités Specialità farmaceutiche disponibile (pdf)